DeVivo_DivagazioniStanzialiEnrico De Vivo
DIVAGAZIONI STANZIALI
Prefazione di Gianni Celati

Dalla Prefazione:

“Devo dirglielo a Enrico De Vivo che il suo libro è molto diverso dai libri che si scrivono e pubblicano con grande sfarzo di elogi pubblicitari. Devo dirglielo perché adesso le cose vanno così, e magari non si considera il garbo delle sue frasi.
Devo dirglielo che nel suo libro è come se uno mi invitasse a casa sua, per offrirmi qualcosa da bere o da mangiare, con aria rilassata, senza pressioni, e io mangio o bevo di gusto quel tanto che mi pare, poi saluto e vado via.
Il motivo del fenomeno che ho detto è il seguente. Perché nei pezzi del suo libro si sente che scrivere può essere una specie di atarassia, che ti toglie dalla testa i cattivi pensieri, con un senso di contentezza – contentezza di scappar via dai cattivi pensieri scrivendo, oppure di smontarli, ribaltarli, svuotarli di senso.
Devo dirglielo che va bene così, anche se non scriverà mai Sodoma 1 o Gomorra 2. Ma ci sono gli altri che lo faranno, quelli con tutte le giustificazioni e le carte in regola. Neanche io ho le carte propriamente in regola, dunque Enrico De Vivo può capire il mio apprezzamento per i suoi pezzi di roba scritta – scritta con una passione per le parole come quella dei grandi napoletani barocchi, tipo Imbriani e Basile”.
[Gianni Celati]

Enrico De Vivo (Nocera Inferiore, 1963) ha pubblicato nel 1999 Racconti impensati di ragazzini  (Feltrinelli) e nel 2004 ha curato l’antologia Il fior fiore di Zibaldoni e altre meraviglie (Edit Santoro). Nel 2001 ha ideato la rivista letteraria Zibaldoni e altre meraviglie (www.zibaldoni.it), che dirige tuttora. Vive e lavora ad Angri, in provincia di Salerno.

– pp. 134 – Euro 13,00 –

QUESTO È QUEL MONDO/ 1

Per l’acquisto del volume libreria@quiedit.it

Annunci

3 Risposte to “DIVAGAZIONI STANZIALI”


  1. […] Schneider, Stefano Zangrando presentano i volumi della collana “Questo è quel mondo” DIVAGAZIONI STANZIALI di Enrico De Vivo Prefazione di Gianni […]


  2. […] testo costituisce la prefazione a Divagazioni stanziali di Enrico De Vivo, QuiEdit […]


  3. […] anche De Vivo stesso, benché per intanto egli si pregi di aver pubblicato, or ora peraltro, «un libro di racconti, riscritture, narrazioni orali, perfino versi occasionali – qualcosa di molto…». Ecco, alla fin fine in questo frangente, mentre ancora non riesco a credere che Enrico De Vivo […]


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: